Metodo: immunologico Campione: 1 ml di siero
Tempo di refertazione: 3 gg Valore di riferimento negativa

 

Note:

La VDRL (Venereal Disease Research Labotatory) è un test di agglutinazione diagnostico per la sifilide, che si positivizza tra l’8° ed il 15° dalla comparsa del sifiloma. Tale test, utilizzato per le procedure di screening ha un valore orientativo ed i risultati positivi devono essere confrontati con la clinica e gli antecedenti del paziente secondo lo schema:

VDRL e TPHA        in assenza di segni clinici, esclude la diagnosi di sifilide (nel dubbio ripetere dopo 2 settimane)

VDRL+ e TPHA+       dati anamnestici e titoli bassi (VDRL < 4 ; TPHA <1280) depongono per una forma di vecchia data trattata.

Se mancano questi dati, bisogna eseguire dei test di conferma.

VDRL+ e TPHA       Spesso si tratta di falsa positività.

Ripetere comunque dopo 2 settimane con eventuali test di conferma.

VDRL e TPHA+        Spesso caratterizza una sifilide precedentemente trattata e “decapitata”.

Eseguire comunque i test di conferma per escludere una falsa positività.

Diverse condizioni morbose tra cui l’epatite infettiva acuta, infezioni parassitarie, malattie autoimmuni (da ricordare la falsa positività in presenza di anticorpi anti-cardiolipina), disprotidemie, gravidanza possono produrre una positività della VDRL. Tutti i tests positivi o debolmente positivi vanno confermati mediante l’FTA-Abs.

E’ consigliabile eseguire il prelievo a digiuno da 8 ore.

Esami collegati: TPHA, FTA-ABS.

 

< Torna all’elenco analisi