Metodo: chemiluminescenza Campione: 1 ml di siero
Tempo di refertazione: 1 giorno Valore di riferimento mU/l

entrambi

1-5 giorni 0,7-15,2

6-90giorni 0,72-11

4-11 mesi 0,73-8,35

1-6 anni 0,7-5,97

7-11 anni 0,6-4,84

12-20 anni 0,51-4,3

21-150 anni 0,27-4,2

 

Note:

Il TSH è un glicopeptide secreto dalle cellule dell’ipofisi anteriore che agisce su diversi aspetti funzionali della tiroide: iodocaptazione, sintesi di tireoglobulina, attivazione di proteasi e liberazione di ormoni tiroidei in circolo. La secrezione del TSH è controllata da fattori ipotalamici stimolatori (TRH) ed inibitori (somatostatina) e dagli ormoni tiroidei che agiscono con un feed-back negativo sull’asse ipotalamo-ipofisario.

Fino ad alcuni anni fa la determinazione del TSH basale forniva solo delle modeste informazioni diagnostiche. L’introduzione nelle metodiche di laboratorio del dosaggio del TSH con metodiche ultrasensibili ha completamente rivoluzionato i precedenti approcci diagnostici. Infatti, ora è possibile determinare concentrazioni sieriche di tale ormone intorno a 0.05-0.1 mU/mL, il che permette di valutare non solo la secrezione basale del TSH in tutti i soggetti normali, ma anche di quantificare la riduzione di secrezione dell’ormone nei soggetti ipertiroidei. Nei soggetti normali eutiroidei i valori basali di TSH dosati con metodo ultrasensibile sono compresi tra un valore minimo di 0.1-0.2 mU/mL ed un valore massimo di 2.0-2.0 mU/mL. E’ aumentato negli adenomi ipofisari TSH secernenti e nell’ipotiroidismo congenito e acquisito.

E’ diminuito nell’ipopituitarismo con ipotirodismo secondario e nell’ipertiroidismo primitivo

Esami collegati: Tireoglobulina, Anticorpi anti-microsomiali, Anticorpi antitireoglobulina, Anticorpi anti-TPO, T3, T4, FT3, FT4.

 

< Torna all’elenco analisi