Metodo: immunoturbidimetrico Campione: 1 ml di siero
Tempo di refertazione: 1 giorno Valore di riferimento:200-360 mg/dl

 

 

Note:

La trasferrina è una glicoproteina, che migra elettroforeticamente nella regione b-1, con un p.m. tra 70.000 e 96.000 D, caratterizzata da funzioni di trasporto per diversi metalli (rame, cromo, manganese, cobalto, ma soprattutto, ferro). Essa viene sintetizzata negli epatociti e, in misura minore, nelle cellule del SRE, nelle ghiandole sottomandibolari, mammarie, ovaio e testicolo. La molecola proteica è bilobata, ed ogni lobo contiene un sito di legame per una molecola di Ferro trivalente. Ha un’emivita plasmatica abbastanza breve (circa 10 giorni) e per questo la sua misura può essere utilizzata per la determinazione dello stato nutrizionale.

E’ aumentata:

  • nella gravidanza,
  • nell’uso di contraccettivi orali
  • nelle anemie sideropeniche,

E’ diminuita:

  • nell’età’ neonatale,
  • nell’età’ senile,
  • nelle condizioni di ipoprotidemia (proteinurie non selettive),
  • in rare condizioni di atrasferrinemia congenita.

Saturazione della Trasferrina

Non è misurabile direttamente, ma si può ottenere mediante il seguente rapporto:

 

Percentuale di saturazione =     Sideremia x 100

                                                                                   TIBC

I valori normali della saturazione della trasferrina sono: 20-45%.

E’ ridotta in caso di:

  • deficit di ferro
  • malattie croniche.

E’ aumentata in caso di:

  • anemia sideroblastica
  • emocromatosi
  • emolisi intravascolare

Da tener presente la notevole variabilità circadiana. E’ consigliabile eseguire il prelievo a digiuno da 8 ore.

Esami collegati: Ferritina , Sideremia, Vitamina B12, Emocromo, Acido Folico.

 

< Torna all’elenco analisi