Metodo: colorimetrico-cinetico Campione: 1 ml di siero
Tempo di refertazione: 1 giorno Valore di riferimento:

entrambi

0Ai??Ai??Ai??Ai??Ai?? 11Ai??Ai??Ai??Ai?? mesiAi??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai?? 0 -8Ai??Ai??Ai?? U/ml

1 -Ai??Ai??Ai?? 9Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai?? anniAi??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai?? 0-31Ai??Ai??Ai?? U/ml

10-Ai??Ai?? 18Ai??Ai??Ai??Ai?? anniAi??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai?? 0-39Ai??Ai??Ai?? U/ml

19-Ai?? 150Ai??Ai??Ai?? anniAi??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai??Ai?? 0-67Ai??Ai??Ai?? U/ml

 

Note:

Si tratta di un gruppo di enzimi che catalizza la scissione dei trigliceridi della dieta in acidi grassi e glicerolo. Le Lipasi sono di origine esclusivamente pancreatica e quindi un loro aumento nel siero A? altamente indicativo di patologia pancreatica. I livelli piA? elevati vengono riscontrati in caso di Pancreatite Acuta.

Si possono avere modesti aumenti in caso:

  • di carcinoma pancreatico
  • di ascesso o pseudocisti pancreatica
  • di ostruzione delle vie biliari
  • di ingestione di farmaci tossici per il pancreas
  • di infiammazione della cavitAi?? addominale

La lipasi non viene eliminata con le urine e quindi presenta il vantaggio di rimanere a livelli elevati anche dopo che lai??i??amilasi si A? normalizzata.

La somministrazione di morfina e di agenti colinergici, che fanno contrarre lo sfintere di Oddi, produce un innalzamento dei livelli sierici di amilasi e lipasi.

Non A? un test semplice da eseguire in quanto i suoi substrati sono di natura lipidica e quindi insolubili nelle miscele acquose.

Esami collegati: Amilasi, Bilirubinemia.

 

 

 

< Torna all’elenco analisi