Metodo: cinetico colorimetrico Campione:  urine 24h
Tempo di refertazione: 1 gg Valori di riferimento: 0,4-1,3 g/24h

 

Note:

Note:

Il Fosforo è contenuto per l’80 % nel tessuto scheletrico e la restante parte nel tessuto muscolare e nei liquidi organici. Viene assorbito nelle porzioni prossimali dell’intestino, eliminato per via fecale e principalmente per via urinaria. La concentrazione nel sangue è regolata dal paratormone in equilibrio con quella del calcio. E’ aumentato nelle seguenti condizioni:

  • disidratazione,
  • ipoparatiroidismo e pseudoipoparatiroidismo,
  • ipervitaminosi D,
  • metastasi ossee,
  • insufficienza renale cronica,
  • acromegalia,
  • morbo di Addison,
  • ipertiroidismo,
  • diabete mellito con chetosi,
  • osteolisi,

E’ diminuita nelle seguenti condizioni:

  • ipopituitarismo infantile,
  • iperinsulinismo,
  • iperparatiroidismo primitivo e pseudoiperparatiroidismo,
  • ipovitaminosi D,
  • rachitismo vitamina D-resistente,
  • sepsi,
  • emodialisi cronica,
  • vomito,
  • tubulupatie,
  • ipercorticosurrenalismo,
  • malassorbimento intestinale.

Il fosforo risultato aumentato nei bambini a causa del rapido accrescimento osseo.

I valori variano con un ritmo circadiano con maggiori concentrazioni durante la notte.

Possono causare iperfosforemia:

  • sodio-fosfato,
  • eparina,
  • difenilidantoina,

Possono causare ipofosforemia:

  • acetazolamide,
  • idrossido di alluminio,
  • insulina,
  • epinefrina,

Campione: può essere usato siero o plasma eparinizzato. Non usare EDTA o Citrato come anticoagulanti.

Il mannitolo può far aumentare i livelli di colesterolo. Evitare l’amolisi del campione di sangue che fanno aumentare i livelli della sostanza.

Esami collegati: Calcio, PTH, Vitamina D, Calcitonina.

< Torna all’elenco analisi