Metodo: coagulativo Campione: 2 ml sangue citrato
Tempo di refertazione: 1 gg Valore di riferimento: 200 -400 mg/ dl

 

Note:

Il Fibrinogeno è un fattore essenziale della coagulazione. Viene sintetizzato dal fegato e dal reticolo endoteliale. Per mezzo della trombina si trasforma in fibrina per un processo di polimerizzazione, intervenendo nella formazione del coagulo. Il fibrinogeno può essere dosato con metodiche diverse basate su differenti principi(metodi immunologici, metodi indiretti in rapporto al PT). Il principio che riguarda il Tempo di Trombina si basa sul fatto che la trombina agisce direttamente sul fibrinogeno trasformandolo in fibrina. Il tempo necessario affinché il plasma coaguli dopo l’aggiunta di trombina in eccesso (affinché il tempo sia solo in funzione della concentrazione di fibrinogeno) è definito appunto Tempo di Trombina.

La rapidità di formazione del coagulo è pertanto funzione della concentrazione del fibrinogeno o della concentrazione di inbitori che impediscono la formazione del legame trombina–fibrinogeno (ad es. FDP).

Campione: plasma anticoagulato con citrato di sodio.

Il risultato del test può essere alterato dall’eccessiva agitazione del campione o da prelievi traumatici. Non utilizzare campioni emolizzati, lipemici o con presenza di microcoaguli.

Le trasfusioni di sangue, plasma o sue frazioni un mese prima del test possono falsare i risultati. Digiuno per almeno 8 ore prima del prelievo.

Esami collegati: Antitrombina III, PTT, PT, D-Dimeri.

 

< Torna all’elenco analisi