Metodo: enzimatico sec. IFCC Campione: 1 ml di siero
Tempo di refertazione: 1 gg Valori di riferimento.

Maschio     0-170   U/l

Femmina   0-140   U/l

 

Note:

E’ un enzima formato da due subunità, e potendo queste ultime essere di tipo B o M, si possono avere tre forme isoenzimatiche:

  • CK-BB: molto abbondanti nel cervello;
  • CK-MM: molto abbondante nei muscoli scheletrici;
  • CK-MB: molto abbondante nel miocardio.

Questa distribuzione relativamente organo-specificadelle forme isoenzimatiche del CK è dovuta al fatto che le subunità M e B sono proteine antigenicamente differenti codificate da distinti geni. I tessuti contenenti il CK possono esprimere esclusivamente il gene B oppure esclusivamente il gene M oppure entrambi.

Livelli molto aumentati si hanno nella distrofia muscolare di Duchenne, polimiosite, dermatomiosite, infarto acuto del miocardio, miocarditi. Livelli moderatamente aumentati negli sforzi muscolari, traumi interventi chirurgici, iniezioni intramuscolari, delirium tremens, infarto polmonare ipotiroidismo.

I livelli sono diminuiti nelle riduzione della massa muscolare e nel deterioramento muscolare.

 

< Torna all’elenco analisi