Metodo: enzimatico colorimetrico Campione: 1 ml di siero
Tempo di refertazione: 1 gg Valore di rifermento: mg/dl

maschi                 femmine       Indice di rischio 

>55                         >65             Nessun rischio

35-54                    45-65              Rischio moderato

0 -35                      0 -45             Alto ischio

Note:

Il Colesterolo HDL è contenuto in proteine ad alta densità (high-density lipoproteins). E’ diminuito nel diabete mellito,iperlipoproteina tipo IV, nefropatia, epatopatia. La sua diminuzione è un fattore di rischio aterogenico (infarto miocardio, vasculopatie cerebrali,periferiche). Inoltre, dai valori del colesterolo HDL, possono essere riconosciuti i pochi individui nei quali un lieve aumento del colesterolo totale dipende dall’aumento del colesterolo HDL in presenza di valori normali del colesterolo LDL. E’ usato per valutare il rischio di sviluppare una coronopatia, ma il range di normalità non è sufficiente per l’interpretazione dei risultati.

E’ aumentato in caso di contraccettivi orali, insulina, ACTH, idantoinici, clofibrato. Individui che assumono alte dosi di Vitamina C possono presentare bassi livelli di HDL. Prima del prelievo è opportuno osservare una dieta equilibrata per due settimane. Evitare di ingerire alcool 24 ore del test. Digiuno nelle 12 ore prima del prelievo.

Esami collegati: Colesterolo, Trigliceridi, Colesterolo LDL,  Apolipoproteine.

< Torna all’elenco analisi