Metodo: chemiluminescenza Campione: 5 ml di sangue intero EDTA, inviare a temperatura ambiente
Tempo di refertazione: 2 gg Valori di riferimento:

Entrambi: 25 – 450 ng/ml

La valutazione della concentrazione terapeutica è a discrezione del medico curante

 

Note:

E’ un peptide dotato di proprietà immunosoppressive, e viene utilizzato per la prevenzione del rigetto dei trapianti. Essa inibisce selettivamente la risposta immunitaria cellulare bloccando la produzione di IL-2, un fattore di crescita dei T-linfociti. Il dosaggio del farmaco è di particolare utilità nella diagnosi differenziale tra tossicità e rigetto acuto.

Una caratteristica della ciclosporina è data dal fatto che questa molecola ha una spiccata affinità per una proteina presente negli eritrociti per cui, per il suo dosaggio, diventa molto importante il tipo di campione, la modalità di prelievo e come questo viene trattato. Quindi una consistente quantità di essa è presente all’interno dei globuli rossi e questa quota varia in rapporto all’ematocrito del paziente. Inoltre il rapporto tra ciclosporina intracellulare e plasmatica varia in rapporto alla temperatura alla quale viene conservato il campione (la concentrazione a bassa temperatura favorisce l’entrata nelle cellule del farmaco). Per evitare questa variabilità è preferibile eseguire il dosaggio su sangue intero dopo lisi degli eritrociti, in modo da avere il contenuto totale del farmaco nel sangue.

Esami collegati: Creatininemia.

< Torna all’elenco analisi