Metodo:chemiluminescenza Campione: 1 ml di siero
Tempo di refertazione: 1 giorno Valori di riferimento: 0 -35 U /ml

 

Note:

La struttura primaria non è stata ancora chiarita. Si presume sia una glicoproteina, nella quale l’ac. N-Acetilneuraminico in legame alfa-2-6 è legato ad una N-acetiglucosamina interna.

Il CA 125 si trova nel 70% dei carcinomi ovarici epileliali; il 90% risulta legato a membrane; diminuisce col crescere della differenziazione.

Un aumento aspecifico può riscontrarsi in patologie benigne dell’ovaio come l’endometriosi, i cistoadenomi, i fibromi ovarici e uterini. Malattie degli annessi, fegato, bile e pancreas possono portare ad aumentate concentrazioni di CA 125 nel siero. Concentrazioni superiori a 65 U/ml si trovano in epatopatie croniche (36-64%) e nella peritonite (59%).

Livelli aumentati sono stati riscontrati  nelle forme maligne: adenocarcinomi della cervice uterina, carcinoma endometriale metastatico, carcinoma ovarico di tipo epiteliale, carcinoma delle tube di Falloppio. Nel carcinoma ovarico esiste una buona correlazione fra entità e frequenza di concentrazioni patologiche e massa tumorale; lo stesso dicasi nel carcinoma pancreatico. Il CA125 è un utile marcatore per il follow-up postoperatorio. Nel caso di estirpazione completa del tumore si arriva a caduta della concentrazione, quasi esponenziale, del 75-90% del valore di partenza durante i primi sette giorni ed a normalizzazione dei valori entro 2-3 settimane. Valori patologici superiori a 65 U/ml, 1-3 mesi dopo l’operazione, denunciano l’esistenza di residuo di tumore del diametro di oltre 2 cm.

Per il carcinoma pancreatico la correlazione fra concentrazione di CA125 e stadio del tumore e la progressione della malattia è buona

Le concentrazioni di CA125 sono modicamente superiori nelle donne e diminuiscono con l’età; in una parte delle donne gravide sono da attendersi valori fino a 130 U/ml. Le determinazioni clinicamente utilizzabili per la quantizzazione del CA125 sono possibili soltanto su siero o plasma e tutt’al più su liquidi organici dipendenti dal siero ( ascite, essudato pleurico).

Esami collegati: CA 15-3, TPA, CEA, AFP, MCA.

< Torna all’elenco analisi