Metodo: chemiluminescenza Campione: 1 ml di siero non emolizzato, non itterico né lipemico
Tempo di refertazione: 1 giorno Valori di riferimento:

 femmine: fase follicolare 12  – 170  pg/ml

                 ovulazione        86 –  500  pg/ml

                 fase luteinica    44 – 210   pg/ml

                 menopausa       0 –    55    pg/ml

 maschi:                             20 –  47    pg/ml

 

Note:

E’ uno steroide sintetizzato dalle cellule della teca della granulosa dell’ovaio e dal testicolo ed in minima parte dalla corteccia surrenale. E’ il più potente estrogeno naturale, trasportato in circolo legato alla SHBG e all’albumina ed eliminato con le urine e con le feci. All’inizio del ciclo è presente nel sangue a livelli minimi. Cresce lentamente dalla fase follicolare precoce a quella tardiva fino a subire alla fine di questo un rapido incremento. Il picco viene raggiunto 14-24 ore prima dell’LH e 24-36 ore prima dell’ovulazione. Perciò è predittivo dell’imminente ovulazione.

La valutazione dei livelli plasmatici di questo ormone rappresenta un indice di funzionalità ovarica e dell’asse ipotalamo-ipofisi-gonadi. Diminuisce in caso di: ermafroditismo, ipogonadismo ipogonadotropico, terapia estro-progestinica, S. di Turner.

Aumenta in caso di: gravidanza, tumori ovarici estradiolo secernenti, tumori testicolari estrogeno secernenti.

In menopausa è importante dosare l’Estrone e il 17 beta Estradiolo.

Esami collegati: FSH, LH, Progesterone, Prolattina, Testosterone, Dheas, Androstenedione, DHT.

< Torna all’elenco analisi